#WorldAperitivoDay

Torino cocktail tour: 20 locali (più uno segreto) dove bere bene e fare aperitivo

​[[{“value”:”

Dai suggestivi cocktail bar nel cuore del centro storico, alle terrazze panoramiche con vista mozzafiato: vi guidiamo nei posti migliori all’ombra della Mole, dove immergersi nell’atmosfera vibrante e accogliente di questa città, ricca di storia e tradizioni

di Mattia Marzola

Torino e Milano, la città della Mole e quella del Duomo, la prima capitale d’Italia e la sua capitale economica. Rivali da sempre, tanto che nel capoluogo meneghino è usanza, ormai da tempo immemore, per cittadini e turisti, pensare che porti bene recarsi in Galleria Vittorio Emanuele a schiacciare con i piedi una particolare parte anatomica del toro simbolo della città rivale. Così come nel calcio, dove Juventus, Milan, Inter e, un tempo il Grande Torino, si sono affrontate in mirabili tenzoni a suon di gol. E non si può ignorare la rivalità nel settore automobilistico. Da una parte la Fiat, dall’altra Alfa Romeo e Lancia, che per anni si sono sfidate nella costruzione della miglior auto per gli italiani. Poi la città sabauda ha avuto la meglio e ha preso tutto. 

Ma se c’è una cosa che entrambe hanno in comune è la passione per l’aperitivo. E se la prima ha in un certo senso dato i natali, con l’invenzione del vermouth, a questo rito tutto italiano, la seconda ne è rapidamente diventata il centro nevralgico, trasformandolo in un appuntamento fisso dei suoi abitanti. E a ben guardare se a Venezia è nato il più venduto cocktail da aperitivo, lo spritz, proprio dalla “collaborazione” di Torino e Milano è nato il cocktail capostipite dell’altro grande filone dei drink da aperitivo, il MiTo con vermouth torinese e bitter di meneghino, sarà lui l’antenato di tutti i Negroni, giusti e sbagliati che siano, dell’Americano, che di americano non ha nulla, e del Boulevardier, con un tocco di bourbon perché anche i francesi vogliono sempre dire la loro, ma questa è la storia di un’altra rivalità.

Ora torniamo alle nostre città e al nostro tour virtuale, in attesa del World Aperitivo Day del 26 maggio, alla ricerca dei migliori locali dove fare l’aperitivo, e dopo essere stati a Milano e aver fatto tappa a Firenze è giunto il momento proprio di Torino.

Affini

Via Belfiore, 16/c – Sito web

Situato in zona San Salvario, è il luogo ideale per un aperitivo “diverso” dal solito, ma anche per una cena sfiziosa oppure un dopocena. Infatti ogni cocktail, tutti studiati ad hoc dall’head bartender Michele Marzella, viene servito insieme a diverse tapas sfiziose come salsiccia di bra con pan bagnat o carne cruda con gelato alla senape. Il posto è famoso inoltre per la sua ampia selezione di vermouth e una vasta gamma di liquori, anche molto ricercati. 

Azotea

Via Maria Vittoria 49/b – Sito web

A pochi passi da Piazza Vittoria, il suo nome in spagnolo vuol dire terrazza, un ristorante cocktail bar con contaminazioni nipponiche e peruviane, paese d’origine dello chef, tra proposte food piatti eccentrici come i tacos di ombrina in vasocottura o il calamaro crudo servito con agretti e piselli. Altrettanto particolare il sip pairing, l’abbinamento con piccoli sorsi (sip) di cocktail a base di ingredienti nikkei. 

Bar Cavour

Piazza Carignano, 2 – Sito Web

Cocktail bar del ristorante stellato Del Cambio. Storico, intimo, elegante, ricco d’arte. I drink vanno dai signature ai Twist on Classic reinterpreti nello stile del locale come il Torino Mule, il Golden Soul e il Martini del Cambio. Ad accompagnarli una proposta food semplice ma vincente, che accarezza il comfort food e porta in giro per il mondo. Con la bella stagione spazio anche all’esterno in uno splendido Garden.

Barz8

Corso Moncalieri, 8- Sito Web

Qui non è possibile fare “l’aperitivo” classico e non esiste neanche una drink list vera e propria ma Barz8 merita senz’altro una citazione perché ogni cocktail viene cucito dai barman sui desideri del cliente. Tutti gli ingredienti sono tanto ricercati quanto particolari: essenze di lavanda, petali di rose, more, timo, basilico ma anche spezie e tanto altro ancora. Niente è lasciato al caso: un bicchiere e un piattino per ogni cocktail, frutta e caramelline gommose completano il tutto, nient’altro, a cena si va altrove. L’aperitivo è solo alcolico per stimolare l’appetito. 

Solera Bazar

Via Delle Rosine 10/l –Sito Web

Enoteca e gastronomia informale poco distante dall’Università, caratterizzata da un ambiente giovane e un po’ hipster. il Bazar Solera ha fatto della convivialità e della cura del cliente la propria cifra stilistica, occupandosi personalmente della produzione della propria gastronomia e della ricerca di piccoli produttori di vino. Per l’ora dell’aperitivo una serie di stuzzichini fusion ispano-piemontesi. 

D.ONE

Via Giuseppe Baretti 15/C – sito web

Tra i cocktail bar più apprezzati e noti della città, nato da un’idea di Simone Nervo e Vanessa Vialardi, in sala è presente un grande tavolo da condividere tra gli ospiti. L’aperitivo? con stuzzichini e pizze al tegamino oppure si possono ordinare alla carta specialità come il riso stracciatella e caffè, la scarpetta di mare o di terra o vegana. I cocktail sono tutti realizzati dalle mani esperte di Vanessa con ingredienti stagionali e spesso locali. 

Dash Kitchen

Largo Saluzzo 34/c – Sito Web

In una vecchia tipografia dismessa si trova uno dei locali più in voga della città dallo stile industriale e dalle vibes anni ’70. In carta più di cento birre provenienti da tutto il mondo e un’ampia selezione di gin con circa 150 referenze. Ad accompagnare la bevuta sia monoporzioni che piatti più completi come tartare e pietanze di carne. 

El Tiki

Corso Vittorio Emanuele II, 35 – Sito Web

Situato tra il centro storico di Torino e le zone della movida, El Tiki propone una cucina davvero varia ed esotica: spagnola, latina e nikkei. La drink list è sempre molto curata con cocktail principalmente a base di Tequila, Mezcal, Pisco e Cachaça. Ad accompagnare tutto tacos, tapas e guacamole con musica e DJ-Set dal vivo.

Casa Goffi

Corso Casale 117 – Sito Web

Ristorante storico rivisitato in chiave contemporanea in una splendida location bucolica, sotto un albero secolare in zona lungo Po. Vastissima la scelta di vini italiani, e non solo, ma anche signature drink. In accompagnamento una proposta food firmata dallo chef Gabriele Gorlato con ingredienti della tradizione rivisitati in salsa contemporanea. Qualche esempio? acciughe del cantabrico con pane e burro nero, panella con gambero vanigliato e salsa al pepe. 

Isola

Via Goito,15 – Sito Web

In piena zona movida a San Salvario un locale eclettico in stile newyorkese che offre allo stesso tempo privacy e intrattenimento, non mancano infatti numerose serate all’insegna dell’arte da godersi insieme a degli ottimi hamburger ma anche piatti davvero unici come il riso rosso con tofu, anacardi e verdure. Presente anche una discreta carta cocktail ma soprattutto un’ampia selezione di vini, tutti naturali. 

La Farmacia Del Cambio

Piazza Carignano,2 – Sito Web

Take-away gastronomico del rinomato ristorante, occupa i locali della storica Farmacia Bestente, aperta da colazione a sera e firmata dallo chef Matteo Baronetto e dal pasticcere Fabrizio Galla, durante l’aperitivo offre cocktail in bottiglietta che ricordano quelli, appunto, delle farmacie, ad accompagnarli i prodotti del ristorante meravigliosamente reinterpretati per l’aperitivo ma anche la colazione o il pranzo.

Formula n.12

Via Camillo Benso Conte di Cavour, 12- Sito Web

Un innovativo cocktail bistrot illuminato da luci al neon in perfetto stile cool british con un bancone a vista dove vengono preparati i drink, alcune salette e una grande sala con un tavolo conviviale da condividere. A curare la proposta food e drink lo chef stellato Marcello Trentini, con signature (anche analcolici), vino e birre da accompagnare con tramezzini e toast, rivisti in versione gourmet, come il club sandwich con pollo, foie gras e tartufo. 

Inside

Via Sant’Agostino, 17 – Sito Web

Situato nella zona più antica di Torino questo locale offre la vera cucina tradizionale piemontese, ad esaltarla, per l’aperitivo, i grandi cocktail di un esperto come Marco Ricetti che si accompagnano, oltre che alle pietanze piemontesi, alle più classiche pizzette, zucchine, bruschette con paté di formaggi, crocchette, polpettine e varie proposte più classiche. 

La Drogheria

Piazza Vittorio Veneto 18/d – Sito Web

Locale Urban chic dagli echi francesi e anglosassoni, accoglie da tempo non solo i torinesi ma i numerosi turisti che visitano la città: fra tavoli in legno, poltrone, divani e mobili colorati, l’atmosfera è davvero familiare. La drink list prevede eccezionali cocktail signature realizzati con preparazioni home made come sciroppi, bitter aromatici, infusi e anche distillati, per accompagnarli taglieri, toast, club sandwich e proposte diverse ogni giorno sfornate dalla cucina capitanata dallo Chef Alessandro Audrito. 

La Santa

Via Stampatori 19/h – Sito Web

Nato dall’idea di tre amici Giacomo, Federico e Ivano, offre per l’aperitivo una drink list ricca di vini, distillati, birre ma soprattutto cocktail originali e signature trasgressivi. la Santa è un locale sempre alla ricerca di nuove tendenze e contaminazioni, il che si riflette nei piatti preparati per soddisfare i gusti più disparati, infatti tutte le tapas e stuzzicherie per l’aperitivo seguono la stagionalità degli ingredienti. 

Tatabui

Corso Moncalieri, 33 – Sito Web

Locale dal design esclusivo con pannelli alle pareti che richiamano le principali attività sportive dei circoli e club torinesi, propone cocktail ricercati e scenografici da accompagnare con tapas gourmet, dai fingers food alle crocchette di jamon iberico o di gambero bianco al nero di seppia. Musica live tre volte a settimana dal giovedì al sabato. 

Piano 35

Corso Inghilterra, 3  – Sito Web

Posto al 37° piano del grattacielo, è tra i cocktail bar “più alti” di Italia, il posto offre un’atmosfera intima ed elegante con vista mozzafiato, a reinterpretare l’aperitivo torinese Simone Sacco, figlio dello Chef stellato Marco, alla guida del ristornare bistellato. La proposta prevede cocktail classici e signature accompagnati da crostoni e piatti ispirati allo street food. 

Nat Cocktail House

Piazza Vittorio Veneto, 13 – Sito Web

Eccellente ristorante argentino di carne, ma anche uno dei locali più particolari di Torino, e non solo. Un salotto inquietante ed ironico con finti scheletri appesi alle pareti e tombe di vetro. La presenza demoniaca si avverte anche nei drink, infatti, insieme ai classici rivisitati, si trovano cocktail davvero appariscenti in chiave “Horror”. Ma anche se il tema sembra giocoso sulla serietà e qualità dell’offerta non si scherza, a testimoniarlo gli oltre 1000 distillati in bottigliera. 

La casa del demone

Via San Domenico 3/b – Sito Web

Eccellente ristorante argentino di carne, ma anche uno dei locali più particolari di Torino, e non solo. Un salotto inquietante ed ironico con finti scheletri appesi alle pareti e tombe di vetro. La presenza demoniaca si avverte anche nei drink, infatti, insieme ai classici rivisitati, si trovano cocktail davvero appariscenti in chiave “Horror”. Ma anche se il tema sembra giocoso sulla serietà e qualità dell’offerta non si scherza, a testimoniarlo gli oltre 1000 distillati in bottigliera. 

Casa Mago

Corso San Maurizio, 61 – Sito Web

Nella sala del vecchio ristorante stellato Magorabin, sempre gestito dallo chef stellato Marcello Trentini, si trova oggi il suo bistro. Casa Mago è il perfetto connubio tra l’anima torinese e quella cosmopolita dello Chef, locale caldo, rilassante e intimo che propone cocktails miscelati con sapienza e passione e una curata lista di vini, il tutto accompagnato per l’aperitivo da una proposta gastronomica che abbina sapori e ricette nostrane a contaminazioni da tutto il mondo. 

Mad Dog Social Club

Sconosciuto – Sito Web

Difficile da individuare, nessuna insegna, un portone anonimo e sul citofono solo un nome, ma una volta dentro, scese le scale, ci si troverà catapultati in un’atmosfera vintage e suggestiva, con volte a mattone e arredamento ricercato e molto curato. La drink list di alto livello accontenta tutti ma è possibile chiedere cocktail personalizzati facendosi consigliare da barman e barlady esperti, la musica jazz, e in alcune serate la musica live, rendono l’esperienza indimenticabile. Come ogni buon speakeasy che si rispetti non c’è un vero e proprio aperitivo ma snack come popcorn, arachidi, olive e stuzzicherie.

Mattia Marzola

Giocoliere di parole, voracissimo lettore, buona forchetta (e buon bicchiere) ha deciso di unire le sue inclinazioni, diventando così appassionato docente di lettere ed entusiasta giornalista enogastronomico, anche se poi scrive di tutto.


Leggi anche:

“}]]